Login

Iscriviti a Jourdeló

LibriLa Fattoria delle Magre Consolazioni

Stella Gibbons

a cura di Gianna Daniele

La Fattoria delle Magre ConsolazioniFlora Poste è stata educata in modo eccellente a fare tutto tranne che a guadagnarsi da vivere. Rimasta orfana a vent'anni e dotata di una rendita esigua, va a vivere presso dei lontani parenti alla Fattoria delle Magre Consolazioni nel Sussex. Il suo arrivo alla fattoria coincide con l’inizio di uno dei romanzi più divertenti mai scritti.
I parenti sono a dir poco eccentrici e la fattoria è sgangherata e in rovina: i piatti vengono lavati con rametti di biancospino e le mucche hanno nomi come Rozza e Senzascopo. La vecchia matriarca, che non c’è più stata con la testa da quando ha visto “qualcosa di orribile nella legnaia” settant'anni prima, tiene in scacco l'intera famiglia.
Come Alice di Lewis Carroll, Flora non si fa intimidire da chi dice cose senza senso, e si rifiuta di essere trascinata in un mondo di matti. Non si può rovinare la vita propria e altrui invocando disgrazie infantili, né sottostare alle follie degli altri, bisogna ribellarsi… e in pochi mesi le cose alle Magre consolazioni cambiano in modo radicale.

Titolo originale Cold comfort farm (1932)
Traduzione di Bruna Mora
Edito da Astoria nel 2010

La Fattoria delle Magre Consolazioni, primo romanzo di Stella Gibbons, fu pubblicato nel 1932 e divenne un immediato bestseller, tranne che nello stato libero d’Irlanda, da cui fu bandito per l’esplicita approvazione delle pratiche contraccettive. Da allora è sempre stato in commercio, evento piuttosto raro nel mondo editoriale. Nel ’34 vinse il Prix Femina Vie Heureuse. Più volte adattato per la televisione e la radio dalla BBC, nel 1995 diventò un film, diretto da John Schlesinger.
Le critiche furono in egual misura positive e negative per lo stesso motivo: era una donna ed era divertente.
La Fattoria delle Magre Consolazioni non ha perso nulla del proprio charme anche perché la Gibbons, con insolito acume, tra le nascenti mode di quegli anni ne aveva colte e ridicolizzate alcune, ancora oggi attuali: la psicoanalisi, il cinema e le star di Hollywood, un maschilismo camuffato da intellettualismo.


Stella Gibbons (1902 – 1989) si diplomò in giornalismo alla London University nel 1923 e lavorò per la British United Press, l’Evening Standard e The Lady. Pubblicò 24 romanzi, un libro per bambini, racconti brevi e poesie.


Di Stella Gibbons Astoria ha pubblicato:
I segreti di Sible Pelden, 2012 (pubblicato per la prima volta nel 1938)
Lo scapolo, 2014 (pubblicato per la prima volta nel 1944)
© 2005 - 2018 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Gabriella Lupi