Login

Iscriviti a Jourdeló

La Beatrice di Byron

di Bruna Bertini

03_beatrice01Teresa Gamba nata nel 1800 circa non ancora diciottenne andò sposa ad Alessandro Guiccioli il 7 marzo 1818, conte anche lui di Ravenna, di 57 anni, due volte vedovo e padre di sette figli. Passarono pochi mesi e si ebbero le prime crepe. Il marito si rivelò un uomo rozzo, di modi rudi e violento. Nell’aprile del 1819 Teresa Guiccioli incontrò George Byron nel salotto di Marina Benzon a Venezia dove si era dovuta recare col conte per affari. Byron era poeta famoso, membro della Camera alta inglese, ricco, giovane e bello. Un cronista dell’epoca scriveva di Teresa: “Era la più bella donna di Romagna; grandi occhi azzurri, ciglia frangiate e folte più scure dei capelli, sopracciglia di un disegno perfetto, colorito roseo, busto florido stupendo, una selva di capelli d’oro”. Byron se ne innamorò subito e nell’azzurro di quegli occhi trovava la ragione e la bellezza della vita; non erano solo le doti fisiche dell’ardente Teresa ad avvincere il poeta, la trovava incantevole anche per pregi intellettuali e morali. Il 10 giugno 1819 Byron si trasferì a Ravenna, fece amicizia col Guiccioli e andò ad abitare nel palazzo Guiccioli. La contessa Teresa influenzò la creazione artistica di Byron e molti lavori risentono dell’ispirazione di Teresa: ad esempio, nel Marin Faliero vi è la rappresentazione di lei; Byron interruppe al quarto canto il Don Juan per desiderio di Teresa che non approvava la linea cinica dell’opera. Fu Teresa che lo indusse a scrivere qualcosa su Dante, La profezia di Dante, un’opera molto apprezzata dai ravennati. Riuscì a persuadere Byron a dare alla figlia naturale Allegra, nata da una relazione con Clare Clermont, un’educazione cristiana affidandola alle suore di Bagnacavallo dove la bambina morì il 20 aprile 1822. Allegra fu sepolta ad Harrow in Inghilterra.
Pagina:
Precedente 1 | 2 Successiva

Gennaio-Marzo 2006 (Numero 3)

  • Editoriale 
    di Gabriella Lupi
  • Omaggio alla Scozia 
    di Alessia Branchi
  • Il Giardino delle Vanit√†
    di Samuele Graziani
  • Carolina sulle barricate
    di Pierpaolo Franzoni
  • La Beatrice di Byron 
    di Bruna Bertini
  • Castelli e Fantasmi 
    di Gianna Daniele
  • Fiammiferi
    di Samuele Graziani
  • Il galateo nella vita quotidiana e nelle cerimonie civili e religiose
    di Marinette Pendola
  • Eduard Manet (1832-1883)
    di Giovanni Martinengo
© 2005 - 2018 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Gabriella Lupi