Login

Iscriviti a Jourdeló

Contributi

Parole e colori
Donna al pianoforte di P. A. RenoirCredo che ogni opera d’arte sia tale se scaturisce da un’emozione, un sentimento, uno stato d’animo e, conseguentemente, l’opera che viene prodotta ci consegna una parte, pur minima o accennata, di quell’artista: qualcosa di intimo che è appartenuto a lui o lei e che ora è a nostra disposizione.
Quell’artista, come ogni persona, fa parte della società in cui vive, ne è espressione e la rappresenta con le sue opere.

E in ogni epoca l’opera d’arte è stata tenuta in alta considerazione, perchè se ne intuiva la connessione e il rapporto con i valori che la società di quel tempo considerava più alti, più rappresentativi; di quei valori l’opera d’arte era simbolo percepibile, segnale da tutti compreso.
Segue
SalaBorsa Scozia
La biblioteca non è solo il luogo della tua memoria, dove conservi quel che hai letto, ma il luogo della memoria universale, dove un giorno, nel momento fatale, potrai trovare quello che altri hanno letto prima di te. È un repositorio al limite dove tutto si confonde e genera una vertigine, un cocktail della memoria dotta.

Basterebbe questa definizione di Umberto Eco a giustificare l’intitolazione della piazza coperta della biblioteca di Salaborsa al grande studioso scomparso lo scorso 19 febbraio.
Segue
Montagnola 8 agosto 1848 Nell’anno dedicato alle celebrazioni del nono centenario della nascita del Comune di Bologna, l’evento certamente più importante da ricordare del Risorgimento cittadino è la giornata dell’8 agosto 1848.
Noi dell’associazione 8cento, in stretta collaborazione con il Museo Civico del Risorgimento, dedichiamo il tradizionale evento, giunto quest’anno alla sua ventesima edizione, alla rievocazione di questa importante giornata, intitolando la manifestazione È Successo un ’48!
Segue
Precedente 1 | 2 | 3 Successiva
© 2005 - 2018 Jourdelo.it - Rivista storico culturale di 8cento
Registrazione Tribunale di Bologna n. 7549 del 13/05/2005 - Direttore Resp. Gabriella Lupi